mercoledì 30 novembre 2016

Pisamonas: i bambini scoprono camminando

Come mamma se c'è una cosa che non smetterà mai di sorprendermi, è la crescita dei nostri bambini.
Crescita emotiva, sociale, psicologica e fisica.

Con Biuz ripercorro per la terza volta quel cambio armadio ogni 2-3 mesi, tipico del primo anno di vita; con Mina e Pipuz alterno periodi in cui sembrano più o meno stabili a periodi in cui i pantaloni in una stagione arrivano sopra la caviglia e vanno perciò archiviati.


E vogliamo parlare dei piedi? Io non so se è così per tutti ma i miei 'grandi' sono piedoni e quei piedoni crescono a ritmi vertiginosi!
Ed eccomi a cercare scarpe ogni 2, massimo 3 mesi; il problema scarpe da me è molto sentito, sia perché i miei bimbi hanno ereditato da me il piede piatto e quindi serve un po' di attenzione nella scelta della calzatura, sia perché dove abitiamo noi non è facile trovare un negozio di scarpe nonostante le Marche siano note per i calzaturifici, sia perché cerco un buon rapporto qualità-prezzo proprio per il repentino cambio di calzatura dei miei figli.

lunedì 28 novembre 2016

21 giorni: alla ricerca di una nuova normalità

Sono stati 21 giorni tosti, pieni sì di gratitudine, ma tosti.

Giorni tutti uguali eppure unici, vissuti in spazi micro in tempi dilatati.
Le giornate cominciavano alle 7, i ritmi erano in parte dettati dagli orari fissi dei pasti, dai gesti che di giorno in giorno diventavano routine, e la ricerca di una finta presunta normalità è stato il filo conduttore.
Il tutto condito con speranza, incertezza e vergogna.

sabato 26 novembre 2016

Lo Zecchino d’Oro ospita i bambini terremotati

[La parola a MrDu]

Sabato scorso (19 novembre) ho avuto l’onore di accompagnare cinque bambini (tra cui Mina) allo Zecchino d’Oro, insieme ad altri venti bambini ed alcuni genitori provenienti da altri paesini colpiti dal terremoto.

Per chi non lo sapesse, e io non lo sapevo, lo Zecchino d’Oro è un festival-evento inventato da Cino Tortorella su commissione di alcuni imprenditori milanesi che volevano creare un prodotto televisivo per bambini.
La storia dello Zecchino si lega, fin quasi dagli esordi, all’Antoniano di Bologna, ed è questa la cosa che non sapevo, cioè che l’Antoniano, in realtà, è un convento di frati minori - ordine fondato da S. Francesco d’Assisi – che sono maestri sia di fratellanza che di solidarietà. “Perfetta letizia” diceva Francesco, ed è questa l’aria che respiri all’Antoniano, di persone buone, generose, che donano senza nulla chiedere in cambio.

domenica 13 novembre 2016

Empatia non giudizi

Il tempo che non passa mai, eppure vola.
Le giornate non giornate.
La voglia nonostante tutto di ricominciare, di continuare a sperare, si alterna ad attimi di sconforto.
Il positivismo inizialmente totalizzante ora traballa un poco e il nervosismo fa capolino nelle forme più svariate.

giovedì 10 novembre 2016

Misteri, equilibri e spirito di conservazione

[Il post di MrDu]

Giornate post sisma. Vita da ostello. La famiglia Po è ospite dell'ostello comunale dal primo novembre, due giorni dopo la tremenda scossa di magnitudo 6.5 che ha ulteriormente indebolito le strutture portanti delle nostre abitazioni e della nostra psiche.

domenica 6 novembre 2016

Stop: terremoto

Mammanontiarrabbiare è nato due anni fa.
Mammanontiarrabbiare è cresciuto molto in questi due anni.
Mammanontiarrabbiare è Aline e Aline è molto cambiata in questi due anni.

Aline sentiva il bisogno di dare nuova forma al suo Mammanontiarrabbiare, voleva prendersi un paio di giorni per riflettere, in concomitanza di un viaggio che mai avrebbe immaginato di fare nella vita, alla volta di Udine, dove ci attendevano amici.
Ma qualcosa è andato storto. Quel qualcosa si chiama terremoto. E Mammanontiarrabbiare non riesce ad aggiornare il blog, rapita in una dimensione spazio-temporale che non le appartiene ma a cui lei, cioè io, ahimé appartengo.